news-details
NOTO CITTA' DEL BAROCCO

Club Lions e ADMO per la "Promozione della Donazione del Midollo e della Diffusione della Cultura sulla Donazione degli Organi"

Un momento di grande impatto sociale, un evento consolidato da anni, che si rinnova con grande partecipazione e spirito di dedizione, una Giornata di promozione a favore dell’ADMO

Un momento di grande impatto sociale, un evento consolidato da anni, che si rinnova con grande partecipazione e spirito di dedizione, una Giornata di promozione a favore dell’ADMO, per il Lions Club “Noto Città del Barocco”, dal titolo “Promozione della Donazione del Midollo e della Diffusione della Cultura sulla Donazione degli Organi”.

Per l’anno sociale 2019/2020, annata del Governatore del Distretto 108 Yb Sicilia, dott. Angelo Collura, è Presidente una persona davvero operativa e tenace, volontaria ospedaliera AVO, la prof.ssa Adriana Nassetta Bruno, che è alla testa del cinquantenario Club netino per la seconda volta e che, durante il suo primo mandato, quattro anni fa, era riuscita ad ottenere l’iscrizione di un ragazzo all’albo dei donatori, nel corso della giornata da lei organizzata per la sensibilizzazione, e che era poi andata a buon fine con la donazione da Noto del midollo osseo di questo intraprendente giovane, che ha contribuito a salvare una vita umana. Da questo si comprende l’importanza di tale Service e di quanto siano utili tali momenti di promozione a livello pubblico per convincere sempre più gente ad iscriversi al registro dei donatori.

Si è svolta, sabato 21 novembre, dalle ore 09:00 alle ore 14:00, la Giornata della “Promozione della Donazione del Midollo e della Diffusione della Cultura sulla Donazione degli Organi”, per dare visibilità e concretezza al “We serve” dei Lions netini, che tengono alto il valore del volontariato attivo. In piazza Trigona, nella mattina, quindi, si è parlato con i Lions e con i soci dell’ADMO di donazione del midollo osseo, della necessità di sensibilizzare alla cultura della donazione degli organi, un argomento di grande attualità, che consente ai donatori di salvare tante vite umane. Per il trapianto di midollo osseo, sono le cellule staminali emopoietiche ad essere trapiantate, che possono essere raccolte dal midollo osseo o dal sangue periferico e possono rappresentare l’unica opzione terapeutica per i pazienti interessati da talassemie, leucemie, linfomi, mielomi e, in alcuni casi, da tumori solidi e da malattie autoimmuni. Si tratta, dunque, di un gesto di solidarietà, che può salvare una vita e che non compromette la salute dei donatori. Esistono, tuttavia, dei rischi minimi, che raramente possono insorgere con la donazione: per esempio, quelli legati all’anestesia, in caso di raccolta di cellule staminali dal midollo osseo. Per iscriversi al Registro Ibmdr, bisogna avere un’età compresa tra 18 e 35 anni, pesare almeno cinquanta chilogrammi ed essere in buona salute. Per iscriversi, è necessario effettuare un primo screening: un colloquio anamnestico ed un prelievo di saliva o sangue, per procedere alla tipizzazione. Se non sono riscontrate controindicazioni cliniche, si può entrare nel Registro Ibmdr, dove si resterà fino al cinquantacinquesimo anno di vita.

Da sempre il Club di Noto è sensibile ai progetti di Educazione alla Salute, per cui la tappa a Noto del Progetto del Lions Club, “Promozione della Donazione del Midollo e della Diffusione della Cultura sulla Donazione degli Organi”, era obbligatoria e si è tenuta alla presenza del Delegato del Governatore per tale Service del Distretto Lions 108Yb Sicilia, dott. Giacomo Di Miceli, del Presidente della VII Circoscrizione, ing. Roberto Monteforte, del Presidente della Zona 21 in sede, prof. Salvatore Bongiorno.




Lions Club Valle dei Templi, domani mattina il service "Interconnettia...

Giarre, coi lions a lezione di ambiente