news-details
PALERMO NORMANNA

Report del coordinatore del service Progetto sordità

L'acquisizione di un audiometro in linea con al diagnostica audiologica infantile consentirebbe una migliore e più agevole esecuzione dei test audiometrici necessari per identificare e riabilitare i pazienti affetti da ipoacusia in età infantile

L’incontro sul Service di rilevanza Nazionale:” Progetto Sordità- Vincere la sordità è possibile, basta perseverare”, sponsorizzato da Audiotecnica DOS di Palermo, ha visto i Soci del Lions Club Palermo Normanna e del Leo Club UNIPA partecipi attivamente alla sua presentazione nelle sue articolazioni e nella sua realizzazione che avverrà durante l’Anno Sociale 2019-2020. Presenti, graditissimi ospiti, Vittorio Di Carlo, Presidente della Prima Circoscrizione, Giuseppe Battaglia, Componente della Prima Circoscrizione del Gruppo di lavoro GST, Erasmo Pennolino, Presidente del L.C. Palermo Mediterranea, il Dr. Roberto Tobia, Presidente dell’Utifarma della Provincia di Palermo, il Dr. Pietro Corrao, audioprotesista presso Audiotecnica S.r.l., Dr. Carmelo Riccobono, Presidente della Casa Farmaceutica Riccobono S.p.A.   Dopo il saluto cordiale del Presidente del Lions Club Palermo Normanna Avv. Antonino Nocito e della Presidentessa del Leo Club UNIPA Martina Madonia, prende la parola il Dr. Tobia, che esprime compiacimento per  l’iniziativa Lions e Leo , comunica che è lieto di contribuire concretamente alla realizzazione del progetto  Sordità ed afferma  che l’Utifarma  ha manifestato sempre attenzione ai problemi sociali e alle esigenze dei meno fortunati e che sarà lieta di essere presente  fattivamente anche in futuro come partner e sponsor  in occasione di interventi a favore dei bisognosi e della collettività. Ricorda l’importanza del Servizio che la Farmacia offre ai cittadini nel territorio dove è presente in maniera capillare e che la Farmacia rappresenta un avamposto di primo soccorso dove operano professionisti preparati, sempre pronti a dare consigli con adeguata motivazione ai pazienti. 

Viene presentato il Prof. Francesco Martines, Otorinolaringoiatra e Audiologo del Policlinico dell’Università degli studi di Palermo, che illustra in maniera esaustiva il tema oggetto del Service, soffermandosi in particolare sulla sordità infantile.  Fa una breve descrizione dei locali in cui opera e delle attrezzature in uso a tutt’oggi per misurare la soglia uditiva negli infanti. Riporta dati sulla diffusione della sordità neonatale in Italia e nella nostra comunità locale e si sofferma sulla necessità di riconoscerla precocemente entro il quarto/sesto mese di vita, prima che ne venga compromesso irreversibilmente la capacità del substrato neurosensoriale. Continua sostenendo che le apparecchiature in dotazione presso il reparto di Audiologia infantile del Policlinico per la valutazione audiometrica al di sotto di tre anni non hanno per le loro caratteristiche tecniche la capacità di stimare esattamente la soglia uditiva dei piccoli pazienti. Conclude sottolineando che l’acquisizione di un audiometro in linea con al diagnostica audiologica infantile consentirebbe una migliore e più agevole esecuzione dei test audiometrici necessari per identificare e riabilitare i pazienti affetti da ipoacusia in età infantile. Seguono diversi interventi di molti dei presenti, tesi alla conoscenza delle cause e degli stili di vita che possano evitare l’insorgenza della ipoacusia e le terapie da seguire per abbatterla.

Alla fine dell’intervento del Prof. Martines, vengono ricordate le due tappe del Service che aspettano i Soci Lions e Leo, cioè il Controllo Gratuito dell’Udito nel Camper che sarà situato in Piazza Politeama il 16 Febbraio p.v. dalle 9.00 alle 14.00 e lo Spettacolo di solidarietà del 5 Aprile p.v. che si terrà al Teatro Jolly per la raccolta fondi per l’Acquisto di un Audiometro Neonatale di ultima generazione.  Si lascia la Sala della riunione con la Speranza ed il Sogno che la Mission della Associazione Internazionale dei Lions Club e dei Leo Club “Mai più bambini sordi” si compia e si realizzi concretamente.