news-details
Distretto 108Yb

Giustizia e…. Intervista con l’On.le Avv. Enzo Trantino

Il confronto pacato tra le idee è stato da sempre il sogno umano


Tra le tante associazioni che si muovono in questo senso c’è il Lions International diffuso in tutto il mondo, che ha un presidente coreano e diramazioni ovunque . E quando si riuniscono i nostri Lions ascoltano l’inno coreano e cantano quello italiano con la mano sul cuore come indicativo della partecipazione sentimentale e non solo ideale. Il giorno 22 febbraio si è svolta a Taormina, presidente il dottor Giovanni Risuglia, medico ematologo, una interessante riunione impreziosita dalla presenza del maestro indiscusso di giurisprudenza, di cultura, di filosofia, di politica, di vita, avvocato Enzo Trantino e dell’umanista, critico teatrale e grande uomo di cultura, nella veste di moderatore, il professore Sergio Sciacca.  Dopo i saluti di rito e l’ascolto degli inni, la riunione è stata aperta con l’ingresso nel sodalizio di un nuovo prestigioso socio, il dottor Giuseppe Bongiorno, medico psichiatra. Andiamo al tema della serata imperniata appunto sul  confronto di idee, affidandone non tanto la teoresi, ma piuttosto la pratica attuazione ad Enzo Trantino il quale dialoga con l’opinione pubblica: firmando settimanalmente, sul quotidiano di Catania “La Sicilia” una rubrica di dialoghi… con se stesso, sullo stile di Marco Aurelio che ne compose un libro, ma con in più (a favore di Enzo Trantino), la rapidità delle trattazioni che generalmente non superano una colonna di stampa. E lì parla di tutto: della politica, dell’economia, della società. Dialoga con gli scettici, con i sempliciotti, con i furbacchioni, con i politicanti e con le animelle della politica. Dialoga da pari a pari, non per fare vincere la propria idea. Quindi nella solenne occasione (alla quale erano presenti il Presidente della terza circoscrizione dott. Leonardo Racco e altri officiers distrettuali) non ha tenuto una conferenza, ma un dialogo: confrontandosi con le varie idee. Alcune accettandole, altre respingendole, ma con il garbo di chi non intende  negare ad altri la parola, ma semplicemente, con lui, vuole cercare la diritta via.

In questi casi, chi scrive queste note lo sa per esperienza, si scatenano gli istinti polemici: qualcuno parte dall’ironia e poi giunge al parossismo, qualche volta al vilipendio. Nulla di tutto ciò. L’onorevole Trantino (l’aggettivo qualificativo va inteso come tale e non solo come sinonimo di deputato) ha accolto i punti di vista anche diversi dal suo, ma ha dimostrato come fossero incongruenti. Ha professato le proprie concezioni senza scadere nella propaganda, ha discusso mirando a un assetto sociale che possa far superare le trappole della politica quotidiana. E il miracolo socratico si è ripetuto. Ogni interlocutore ha convenuto sulle deduzioni (le idee chiare ed evidenti restano tali se non vengono mascherate con finalità contraddittorie), ed è stato un esempio veramente lionistico, di come si possa (We Serve) servire  per il meglio senza spirito polemico.  Tutti gli autori degli interventi assieme al folto uditorio hanno lungamente applaudito ad ogni risposta e alla conclusione del dialogo. Il moderatore della serata, Sergio Sciacca, non  ha dovuto moderare niente perché quando si dialoga saggiamente non c’è bisogno di alcun arbitro. Quando  si è discusso del tramonto delle identità culturali  di cui oggi siamo testimoni, ha solo esemplificato, assai rapidamente, come l’aderenza alle tradizioni di ogni popolo del mondo è una ricchezza che va difesa contro l’appiattimento cui si assiste specialmente nell’Occidente europeo, mentre altri popoli asiatici, o africani o americani, sono oggi, legatissimi alle proprie culture che conservano tenacemente. Ancora un esempio da cui dovremmo tutti imparare.

Un esempio pratico di cosa potrebbe essere la globalizzazione positiva, di un Club Internazionale che ha un Presidente coreano e dialoga con i propri soci nello stile di Platone.



Seminario su Emissioni inquinanti e autoveicoli di nuova generazione c...

Teatro Don Bosco Ranchibile dibattito sul tema: legalità