news-details
NOTO CITTA' DEL BAROCCO

La visita al Radiotelescopio di Rhenna è l'Incontro di mezza estate per il Lions Club Noto, città del barocco

Dalle iniziative, dalla progettualità e dalla connotazione programmatica di un Club Lions si può osservare il valore delle persone che lo animano e che prestano il loro servizio di volontariato in modo incondizionato ed in assoluta armonia

Dalle iniziative, dalla progettualità e dalla connotazione programmatica di un Club Lions si può osservare il valore delle persone che lo animano e che prestano il loro servizio di volontariato in modo incondizionato ed in assoluta armonia.
Un’occasione di unione amicale e di fraterna condivisione, al di là delle consuete occasioni di comune volontariato, si è tenuta, venerdì 6 settembre 2019, per cementificare legami tra soci e tra Clubs di servizio sotto il comune denominatore dell’amicizia e della condivisione dei medesimi valori.
Denominato “Incontro di mezza estate” quello che è stato un significativo momento di aggregazione e di conoscenza culturale, organizzato nell’anno sociale 2019/2020, dallo storico Club Lions “Noto, città del barocco”, per questa annata capitanato dalla tenace e operativa Presidente, prof.ssa Adriana Nassetta Bruno, nel ruolo per la seconda volta, la quale ha inteso proporre, come avviene ogni anno nel Club, per una solida e costruttiva continuità progettuale, una piacevole occasione di aggregazione tra quanti condividono gli stessi ideali umanitari. In quest’anno, in cui è Governatore per il Distretto 108Yb Sicilia, il dott. Angelo Collura, le azioni dei vari Clubs avranno uno stile permeato ancor più da occasioni di incontro amicale, in quanto l’aggregazione costituisce uno dei sistemi e modi più consoni per imparare a fare squadra e, di rimando, per costruire quella forza giusta per operare costruttivamente tutti insieme, senza settarismi, per scopi utili e comunitari. Durante quest’anno sociale, Adriana Nassetta si impegnerà a condurre il proprio Club verso occasioni di ulteriore crescita associativa, progettando eventi, manifestazioni e Services di grande impatto e che segnino l’importanza di un anno interamente dedicato alle Celebrazioni per il 50° anno dalla fondazione del Club, in modo da rendere tale annualità densa di significato e di lasciare memoria di un passaggio epocale quale può essere il cinquantennale di un Club solido, importante, che ha fatto la storia dell’Associazione Lions, contribuendo al benessere sociale dei cittadini netini per mezzo di importanti azioni solidali. Giorno 6, pertanto, all’interno del carnet di celebrazioni progettate per il cinquantennale del Club netino, è stata organizzata una visita al “Radiotelescopio” di Noto, che si trova in contrada Rhenna.
L’Osservatorio Astronomico è un imponente strumento, che attua le proprie ricerche per mezzo di un radiotelescopio, costituito da un’antenna parabolica del diametro di 32 metri, con cui si compiono indagini e studi approfonditi dell’Universo attraverso le frequenze radio, interagendo con altri radiotelescopi per compiere osservazioni interferometriche a livello europeo e mondiale. Hanno preso parte alla visita d’istruzione a sfondo culturale i soci del Club Lions “Noto, città del barocco” e numerosi esponenti ed Officers di vari Clubs della VII Circoscrizione, capitanata dal vivace Presidente, ing. Roberto Monteforte, che ha inviato i propri saluti ed un messaggio augurale per la manifestazione, in quanto impossibilitato a partecipare. Hanno collaborato alla realizzazione del momento aggregativo, il Presidente della Zona 21 in sede, Salvatore Bongiorno, il Segretario del Club, Paolo Saetta, ed una delle più rappresentative figure del lionismo siciliano, oltre che netino, la tenace e competente Maria Concetta La Rosa Sallicano. Ha relazionato, con estrema competenza e vivo coinvolgimento, l’astronomo prof. Pietro Cassaro, esperto del Centro Astronomico di Rhenna il quale, nella sua esaustiva, appassionata e dettagliata esposizione, ha illustrato il complesso processo di funzionamento della megastruttura, che consente di osservare e monitorare le evoluzioni che avvengono nei cieli.
La Stazione Radioastronomica di Noto è collocata a circa 15 Km dalla cittadina, in Provincia di Siracusa, celebre capitale del Barocco e patrimonio mondiale dell'umanità. Essa rappresenta un’area osservativa ed è gestita dall'Istituto Nazionale di Astrofisica, INAF. Ospita un Radiotelescopio (antenna parabolica) con una superficie attiva, che raggiunge 32 metri di diametro. I suoi laboratori ospitano un team di astronomi e tecnici, che si occupa di progettare e sviluppare tutti gli aspetti concernenti gli strumenti osservativi. Gli ambiti di ricerca coinvolgono discipline quali la meccanica strutturale, le tecnologie a radiofrequenza, i sistemi digitali ed i software di gestione degli strumenti. Esiste una seconda parabola, identica a quella situata a Noto, collocata a Medicina (BO). Una terza antenna, di 64 metri di diametro, è allocata presso la località San Basilio (Cagliari) ed è stata inaugurata nel 2013, le stesse interagiscono, fornendo un unitario sistema di lettura dei dati osservati. Il prof. Cassaro ha accompagnato i soci Lions nella comprensione dei meccanismi fisici che sono alla base dei fenomeni osservati ed ha illustrato, con grande professionalità e competenza, il funzionamento dell’imponente struttura, esemplificando il proprio interloquire per rendere intellegibile tale strumento ed il suo funzionamento anche ai non addetti ai lavori. Va ricordato che, sin dal lontano 1967, è stato necessario mettere a punto una tecnica, denominata Very Long Basiline Interferometry, la quale consente di studiare gli oggetti presenti nel Cosmo, raccoglierne le informazioni provenienti da tutte le forme di radiazione note fino a giungere all’inizio del XXI secolo all’uso delle onde gravitazionali.
Tale visita si connette perfettamente con l’occasione del 50° anno dallo sbarco dell’uomo sulla luna e ha dato l’opportunità ai soci Lions di poter visionare del materiale della NASA originale, inerente quell’evento memorabile. Il bel pomeriggio istruttivo, inteso all’unione tra soci e tra Clubs della VII Circoscrizione si è concluso, poi, presso l’Agriturismo “Il melograno” con un percorso gustativo di prodotti tipici locali per vivere un momento di sana amicizia intessuto di convivialità, utile a esprimere, mentre si è a tavola, considerazioni sull’esperienza realizzata a livello culturale.


Leo Club Ragusa. Domenica 25 agosto svoltasi una nuova edizione del to...

ACIREALE - Le stelle cadenti della notte di San Lorenzo