news-details
Circoscrizione II

La prima riunione della II Circoscrizione

Un appuntamento, un incontro, uno scambio, uno spazio in cui il tempo non è solo lo scorrere inconsapevole dei giorni

Un appuntamento, un incontro, uno scambio, uno spazio in cui il tempo non è solo lo scorrere inconsapevole dei giorni. In questo spazio, passato e presente si incontrano come la trama e l’ordito di una deliziosa organza di futuro. La cornice è piacevole. Sa d’altri tempi. La sala è gremita. E’ il 5 ottobre scorso. E’ Villa Pampalone, all’estrema periferia di Trapani, a ospitare la kermesse e a riportare tutti alla fine del XIX secolo. Tra le ore di un sabato d’autunno, presente e futuro diventano confini da cui tutto parte e riparte senza soluzione di continuità. L’atmosfera trasuda Lions, mentre i diversi contributi si abbracciano nel lungo viaggio dei segni testimoniali che i clubs del Trapanese hanno lasciato nelle loro rispettive comunità. E’ il presidente della 2° Circoscrizione, Giorgio Geraci, a introdurre i lavori, sapientemente accompagnati dal cerimoniere del club di Trapani, Giuseppe Mura. Un breve inizio e i rappresentanti dei sette club cominciano ad animare la narrazione: Donatella Vernaccini (Presidente Mazara del Vallo Fata Morgana), Francesco Giammarinaro (Segretario Pantelleria), Pasquale Perricone (Presidente Salemi Valle del Belice), Pietro Bonì (Presidente Alcamo), Vito Signorello (Presidente Castelvetrano), Vitalba Pipitone (Presidente Marsala), Gaspare Reina (Presidente Trapani). A seguire, Pietro Di Girolamo e Francesco Palermo, rispettivamente presidenti della 5° e della 6° Zona. E non potevano mancare i vertici del Distretto, con Mariannunzia Di Francesco (coordinatrice distrettuale delle Circoscrizioni), Vincenzo Menfi (delegato distrettuale GMT II Circoscrizione), Vittorio Di Carlo (presidente della I Circoscrizione) e il past Governatore, Vincenzo Leone. Quel che trabocca dagli interventi è un vissuto illustre e glorioso, magnificato dall’agire incondizionato di uomini e donne che di we serve hanno nutrito e nutrono le loro esistenze sociali. Si chiudono gli interventi, inizia il dibattito. Solo pochi minuti. E’ tardi, il pranzo chiama. Una breve passeggiata e si arriva in giardino. Qui, va in scena la condivisione dei sapori di una tradizione gastronomica mai uguale a se stessa. I bicchieri si incontrano nel tintinnio augurale delle intenzioni, tra le note di una band fuori dal comune. La tromba di Melchiorre Salerno, il sax di Carmelo Fiscelli, la tastiera di Vincenzo Bologna e la voce di Lidia Di Giorgio. Sono i “Punti di vista band”. Sono ciechi, non vedono gli occhi stupiti del pubblico. Accarezzano l’anima. Gli applausi si schiudono dal giardino apparecchiato a festa. Sì, una festa. Perché la prima riunione della II Circoscrizione non è stata una riunione come tante. Ha rilanciato e consolidato. Ha rilanciato un passato da proiettare verso il futuro, consolidando relazioni e rapporti, affinché il senso di appartenenza diventi collante tra i tanti universi personali che non devono mai dimenticare che esserci significa dimostrare con l’eccellenza del fare la serietà di quella vocazione al servizio che è individuale e collettiva insieme. Perché è nel ciò che si ha in comune con l’Altro che l’individualità si schiude concretamente, nell’orgoglio di aderire a qualcosa di molto più grande di ogni sterile individualismo.

Successo oltre ogni aspettativa della passeggiata della salute - 2a Pa...

Screening sanitari gratuiti tutti i weekend dal 12 ottobre al 2 novemb...