news-details
Circoscrizione I

Riunione della Prima circoscrizione

12 ott. 19 Sabato scorso, in un caldo pomeriggio autunnale, gli Officers Distrettuali e di Club della prima Circoscrizione

12 ott. 19 Sabato scorso, in un caldo pomeriggio autunnale, gli Officers Distrettuali e di Club della prima Circoscrizione, rispondendo al richiamo del Presidente Vittorio Di Carlo hanno riempito la storica sala delle Carrozze di Villa Niscemi, gentilmente concessa dal Sindaco Leoluca Orlando, per affrontare e discutere i programmi dell'Associazione, tracciati dai Clubs in questi primi tre mesi di attività.

E’ presente il Governatore del Distretto Angelo Collura, l'immediato PDG Enzo Leone e i PDG Gianfranco Amenta e Amedeo Tullio, i Presidenti Zone 1, 3, 4,: Maurizio Stellino, Attilio Carioti, Emanuela Panzeca e tanti Officers Distrettuali e di Club.

Dopo l'ascolto degli inni e la lettura del codice dell'Etica Lionistica, da parte di Filippo Miceli , cerimoniere ad hoc, Giuseppe Bianco, Presidente di Palermo Host, Club Decano, porta il saluto ai partecipanti. Breve saluto anche di Vittorio Di Carlo, che ringrazia i Clubs per la loro partecipazione  e per questa attività che si manifesta con tanta voglia di fare e confrontarsi.

E’ il Past Governatore Amenta il primo relatore, che affronta in una fugace carrellata, un interessantissimo argomento, ossia quello connesso alla  realizzazione di una fondazione del Distretto. -“Perché una Fondazione Distrettuale? – si è chiesto retoricamente -

perché una fondazione è uno strumento che può dare ai Club, che annaspano, un supporto che li aiuti a sostenere i progetti programmati. Altri Distretti, come il nostro gemello 108ya,  già ne sono dotati. Tra l'altro, da esperto giurista, afferma che la costituzione di una fondazione del distretto non confligge con la Lions Fondation, anzi la integra. 

La fondazione potrebbe rilasciare ricevute valide a chi volesse fare atti di liberalità nei confronti dell'Associazione, cosa non possibile oggi; egli manifesta la sua disponibilità a relazionare in tutti i Clubs che ne facessero richiesta, per chiarire obblighi, onori e oneri. Insomma – conclude - la Fondazione Distrettuale ci renderebbe più duttili e più intelligenti, per poter intervenire nel territorio. Interviene ora Maurizio Stellino, Presidente della prima zona, il quale manifesta la perfetta sintonia tra i Clubs della zona 1, ai quali il Governatore ha assegnato: l'intermodalità delle Infrastrutture in Sicilia . Tutti i Service sono condivisi dai Club. Essi sono: il mondo che unisce le differenze, interconnettiamoci ma con la testa, il cyberbullismo, il poster per la pace, l'affido come scelta d'amore e m'illumino di meno , che grazie al Programma Caterpillar di Rai 2 ci darà grande visibilità e inoltre altri services: quelli sull'acqua, viva Sofia, occhiali usati e formazione, già fatta con Luigi Licata.

Per la zona 3 relaziona Attilio Carioti, presidente.  –“Numerosi e ambiziosi- dice -sono i Service dei Clubs; essi spaziano in vari settori che vanno dall’ambliopia al diabete, a plastica Zero e a tanti altri che saranno illustrati dai Presidenti. C'è una grande volontà di collaborare tra di loro e interagire e questo è stato stabilito nella riunione di zona del 16 settembre u.s. Comunica che  ci sarà uno spettacolo al teatro di Catania, il 20 dicembre al quale egli  invita a partecipare, perché ci sarà una raccolta di Fondi in favore della LCIF. A proposito della trattazione comune dei tanti services dice: l'unione fa la forza ,  se siamo in tanti c'è più allegria; auguriamoci un buon prosieguo dell'anno sociale.

 

Emanuela Panzeca, Presidente della zona 4 lamenta la mancata realizzazione dell’ interporto, che doveva essere realizzato a Termini Imerese, sul quale avrebbe dovuto relazionare Benedetto Torrisi, che purtroppo oggi è impossibilitato a partecipare. 

Ella si dice fiera di coordinare i cinque Clubs della zona 4 che hanno tanta voglia di lavorare nello spirito del  we serve. Offrire la propria energia e il proprio tempo è un modo fantastico che può avere un impatto positivo sulle nostre vite. Sfatiamo che Lions International è solo per pochi, esso è per tutti quelli che hanno a cuore la propria comunità e sono pronti a rimboccarsi le maniche ed operare per migliorarla attraverso la solidarietà e l’abnegazione; noi  andremo avanti col sorriso e con l'orgoglio di far parte di questa grande famiglia. 

Bianca Acquaviva,  delegata Distrettuale del Service acqua per la vita , che negli anni scorsi ha consentito di fare Pozzi in Africa e costruire scuole, permettendo ai bambini di poterle frequentare , senza fare tanti km, a volte anche nel deserto. Continua la sua azione . 

Stefano Battaglia, Corrispondente per la 1^Circoscrizione del Tema di Studio Distrettuale, relazione all'uditorio sul convegno del 21 settembre di Trecastagni. Una festa di Lions siciliani, oltre 700 nel grande salone e poi, nella sede del quotidiano di Sicilia, si sono svolti tre incontri tematici con tre tavoli. Il primo coordinato da Carlo Alberto Tregua, dal titolo Infrastrutture, Trasporti e Riforme . Il secondo su Ambiente, Energia ed Economia Circolare ,coordinato da Rosario Faraci professore di Economia, dell'università di Catania, il terzo su Associazionismo ,coordinato dal Lion Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo presso l'Università di Messina, nonché Direttore della rivista Distrettuale Lions. Diverse autorità e personalità si sono avvicendate ai tavoli; due per tutti: Antonio Capranica, giornalista e scrittore e un sacerdote, membro del capitolo Vaticano.

Il Governatore, Angelo Collura, nel corso del suo discorso, ha messo in luce il ruolo del Lionismo , come intermediario tra Istituzioni e territorio e come interlocutore diretto del Governo Regionale e degli Enti locali. Anche il Presidente della Regione Nello Musumeci ha condiviso le considerazioni del Governatore, sostenendo di aver trovato nei Lions quello che cercava, cioè una cerniera tra mondo istituzionale e civile. 

Alla fine è stato stilato un ordine del giorno, idealmente firmato da tutti i Lions, ch’ è un appello alle Istituzioni per la soluzione dei problemi evidenziati con proposte di tipo operativo. L'effetto impetuoso e incontenibile del convegno, è stato certificato da tre pagine, che il Giornale di Sicilia uscito il giorno successivo , gli ha dedicato.

Antonella Riccio parla della donazione del sangue e si augura di poter sensibilizzare un vasto uditorio che consenta di implementare  la partecipazione e la donazione , perché la Sicilia è fanalino di coda in questo importante settore.

Di Leadership,  quota rosa e marketing, Ne parla Giuseppina Seidita, sollecitando le socie al coinvolgimento di altre amiche.

Degli Screening Sanitari ne parla Giuseppe Canzone,  che illustra come si muovono i nostri camper e come  possono essere programmati. Possiamo fare screening su:  Udito, Alzheimer demenza senile, diabetologia, cardiologia, del collo dell'utero ed  ipoacusia. Bisogna però implementare le notizie informando costantemente i soci su tempi, luoghi e spostamenti dei camper, per poter ottenere il massimo col minimo dispendio.

Franco Pezzella ,Coordinatore Distrettuale GMT, parlando di numeri, dice che la circoscrizione lo scorso anno aveva un trend positivo, mentre quest'anno a ottobre è negativo. La nostra Mission è incrementare i soci; approfondisce quindi l'analisi con varie slides esortando i Presidenti di Club

oltre che all’incremento, di pensare anche alla retention, valutando i motivi che fanno allontanare i soci.

Anche Luigi Licata , coordinatore della Scuola di Formazione Lions. con l'ausilio di slide, parla del perché una scuola di formazione. Essa è dovuta all'esigenza di Rinnovamento dell'Associazione, con nuovi soci da formare, affinché nei prossimi cinque anni siano in grado di diventare i leaders dei loro Club.

Paolo Valenti delegato Distrettuale del tema internazionale su: Sport, in un mondo che unisce le differenze, ne illustra le fasi. Il tema è fortemente voluto dal Presidente Internazionale Jung –Yul Choi e verrà trattato in due fasi; la prima potrà coinvolgere direttamente i Clubs nella organizzazione di manifestazioni sportive e quant'altro, la seconda si svolgerà anche nelle scuole , nelle università e nelle associazioni che si occupano di disabili e di terza età. Insomma è previsto una vera e propria “Olimpiade” e passeremo insieme belle giornate, constatando che le differenze uniscono, basta volerlo.

Peppe Martorana, delegato Distrettuale per una passerella per la vita si propone di abbattere le barriere. Cosa fare si è chiesto? Lui intanto ha predisposto un questionario da far pervenire alle famiglie, alle scuole, dove si evincano le criticità maggiori, da segnalare alle Istituzioni competenti, delegate alla rimozione delle barriere. 

Il PDG Amedeo Tullio nel suo breve ma appassionato intervento, ha detto che finora abbiamo parlato di cose cosiddette concrete, come crescita e decremento, ma non abbiamo parlato dell'uomo. L'uomo è il vero oggetto e soggetto, verso cui dobbiamo dirigere le nostre attenzioni, l'uomo è in crisi, la società fallisce, ci sono almeno due o tre omicidi al giorno, perpetrati da qualche folle; ma cos'è che manca allora?  mancano i valori; li abbiamo lasciati da parte, c'è stata una “digressione” verticale. I Clubs, che prima si interessavano promuovendo conferenze e dibattiti, pieni di contenuti e di valori, successivamente hanno modificato le loro azioni orientandole verso cose più concrete. E allora occorre scoprire, anzi riscoprire, quali erano i valori del nostro essere stati. Valori e contenuti che sono insiti nei nostri beni culturali, perché la Sicilia è terra di culture, ma non di feticci culturali. Oggi pure il FAI  valorizza i sotterranei.

Giuseppe Ingrassia delegato al patrimonio UNESCO nazionale e internazionale ci dice che la Sicilia coi suoi 13 siti è tra le prime regioni d'Italia sì, ma alla fine si chiede davvero i siti UNESCO possono rappresentare un volano di sviluppo?

Pietro Manzella Segretario della scuola di formazione: “Mi piacerebbe riferire una frase del Presidente Internazionale, che stamani, appena alzato mi è venuta in mente. Che mi ha fatto riflettere sul ruolo che sto svolgendo, a proposito di Formazione: Bisogna trovare una soluzione  

Comune, perché la formazione è consapevolezza di apprendere, di ciò che dovremo fare con serietà, consapevoli e coscienti di dove siamo, cosa vogliamo, cosa abbiamo dentro. Emozionarsi per emozionare, continua ad essere il mio motto”.

Seguono brevi messaggi di Fabiana Curreri, che parla di vaccini, di Gabriella Sansone, che porta il saluto di Rosalba Agliozzo, Delegata per la donazione di Midollo Osseo, di  Antonino Nocito, Presidente di Palermo Normanna , di Rosalia Cinquemani, Presidente di Palermo Libertà, di Giovanni Navarra, Presidente del giovane Club di Corleone, di Raffaella Morreale, Presidente di Palermo dei Vespri e  di Francesco Marino, Presidente di Palermo Leoni, che   illustra i Services che il suo  Club affronterà, condividendoli con gli altri Clubs della Zona: Sono tanti e investono molte Aree: Scuola, Giovani e Sport, Sanità, Lavoro, Ambiente e Sicurezza, Turismo e Beni Culturali. Inoltre promuoverà   : Bevi meno Plastica, condiviso da molti Club della Circoscrizione e Assieme a braccia aperte, finanziato al 100% dalla LCIF ed altri proposti dall’Associazione.

Maria Di Francesco, Coordinatrice delle Circoscrizioni, sentite le relazioni di Officers e Presidenti, elogia lo spirito che anima i soci tutti per l’impegno e la condivisione . “Ogni socio- dice- deve sentirsi protagonista e parte integrante di questa grande Associazione. Con l’augurio che il nostro we serve ci faccia superare anche difficoltà e diversità di opinione che nei Club possono sorgere”.

Vittorio Di Carlo RC,  ringrazia ancora i partecipanti tutti, “è stato un pomeriggio pieno di entusiasmo, di contenuti; negli interventi di tutti ho trovato amabilità e affetto e di ciò Vi ringrazio.”

Enzo Leone, IPDG, vuol dare un saluto e un messaggio, a questa platea di amici .”Ho ascoltato interventi che mi hanno intrigato parecchio – dice - credo che interpretare il service in maniera diversa, interessando e coinvolgendo il tessuto sociale, ci può dare l’opportunità di trovare nuovi partner che ci potranno aiutare a superare quel piccolo gap ,prima che finisca l’anno sociale.

Le conclusioni sono del Governatore Angelo Collura che ha ringraziato l’amico Vittorio Di Carlo per aver coinvolto tutta la Circoscrizione in questa bella Competizione Costruttiva. Rinnova il patto di amicizia coi soci, ringrazia i PDG Gianfranco per il suo intervento a favore della costituzione della Fondazione del Distretto, Amedeo per le sue riflessioni sui valori, che discendono dalla nostra storia, gli Officers Distrettuali per gli interventi connessi al  proprio ruolo e i Presidenti, per la passione con la quale stanno portando avanti i loro programmi. Il 20 dicembre, a Catania ci sarà uno spettacolo, al quale parteciperanno attori, cantanti, che ci consentirà di raccogliere fondi per l’Associazione. “Come uomo – ha detto – penso che le regole vadano sempre rispettate; non mi faccio coinvolgere da manifestazioni di stima, ma dal sentimento. Non possiamo dissertare o dividerci su cose che non meritano il nostro impegno. Il Governatore deve essere esempio di umiltà, per i soci, per quel patto di amicizia, che è il fondamento etico dell’Associazione. Ho un profondo rispetto per gli anziani e quando uno di questi se ne va, soprattutto se è un saggio, che durante la sua vita ha permeato l’Etica Lionistica, anche nella vita reale e nella sua professione. Qui dentro c’è una grande passione e voglia di fare; dobbiamo cercare di diventare protagonisti attraverso interventi che mostrano il nostro pensiero e il nostro impegno. Dobbiamo diffondere con gioia la convinzione di appartenere alla più grande Associazione di Volontariato del Mondo.”

Visita amministrativa del governatore Collura ai Lions Clubs della Zon...

Dalla sanità digitale al paziente – Uomo